Ancora nessun commento

In questo momento storico particolare.

Indubbiamente il momento che stiamo vivendo ci mette in crisi ed è motivo di preoccupazione e forse di paura.
Ma con la fede non dobbiamo mettere in dubbio che Dio è Padre e che come tale guida sempre la nostra storia.
La domanda che con molta semplicità e coraggio che ci dobbiamo porre:
In questo momento, con questi avvenimenti cosa vuole il Signore da noi?
Quale è il messaggio che ci viene dato da questi eventi?

È certo che usciremo da questa emergenza, ma intanto, scrutando i segni dei tempi, come ci dice il concilio, certamente l’occasione è buona per capire meglio e valorizzare con autenticità il valore della santa messa per apprezzarla e desiderarla di piu’.

Ascoltando la parola di Dio di questo giorno, ci viene rivolto l’invito ad una vera ed autentica conversione del cuore per vivere concretamente con i fatti e gesti significativi verso il prossimo la nostra vuta da veri cristiani.

Ma penso che l’occasione è buona, senza cercare surrogati, per celebrare ogni giorno la Parola di Dio nella nostra casa, chiesa domestica, non da soli, a con tutta la famiglia, marito, moglie e soprattutto i figli, come si faceva una volta soprattutto nei momenti di disagio.

Spegnamo per un attimo il televisore, chiudiamo il telefonino, rispolveriamo il vangelo e celebriamo come famiglia cristiana con tutti coloro che si trovano in casa, prima o dopo la cena la Parola di per capire il senso di quello che accade ed avere la forza agire come Dio vuole.

Bisogna fare in modo con saggezza che dai momenti difficili e di disagio sappiamo costruire al meglio il futuro.
Questo è quadesima e PASQUA.

DON SILVIO MESITI.

Invia un commento