Ancora nessun commento

Dopo la festa della Madonna della Lettera   ci rimane  “CASA AMICA”

Dopo la festa della Madonna della Lettera ci rimane “CASA AMICA”, espressione di fede e di carità verso il nostro ospedale e gli ammalati. Nello spirito delle ONLUS e soprattutto dello statuto dell’Associazione di volontariato “Presenza”, il consiglio direttivo ha deliberato all’unanimità la decisione di acquistare una struttura finalizzata all’accoglienza delle persone che da tutta la Calabria si recano qui a Palmi per usufruire delle cure con la camera iperbarica, e dei parenti dei detenuti (soprattutto le mamme) ristretti nella casa circondariale della nostra città.

L’assemblea dei soci, anch’essa all’unanimità ha ratificato tale decisione, e pertanto l’acquisto è avvenuto con l’atto notarile stipulato Mercoledì 23 Ottobre.

L’idea è nata dalla consapevolezza di dovere impiegare le energie e le disponibilità Economiche in opere di carità, che è il primo obiettivo delle attività del volontariato, nato come strumento diretto dell’esercizio della carità, individualmente e da parte di tutta la comunità da cui è nata l’Associazione Presenza.

La struttura, ora operativa, vuole essere un sostegno all’ospedale di Palmi, ormai evanescente, ma unico dotato della camera iperbarica in tutta la Calabria, e un aiuto, un servizio verso le persone costrette a pagare ingenti somme per il loro alloggio durante i periodi della loro cura.

Si tratta di un’opera che certamente supera le esigenze della Parrocchia, e del territorio della Piana, e nasce dopo la grande manifestazione della festa della Varia, che indubbiamente ha avuto grande risonanza di carattere folcloristico e per la quale sono state impiegate ingenti somme di denaro.

Tutte le edizioni della festa della Madonna della Lettera, si sono svolte grazie all’apporto dell’Associazione di Volontariato Presenza e della Parrocchia, frutto delle religiosità e del significato mistico di tutte le manifestazioni, esclusivamente di carattere religioso. Quest’anno, con spirito di fede e di devozione alla Madonna, si è pensato a restaurare la statua della Madonna Assunta, senza la quale, naturalmente, la VARIA non avrebbe alcun significato, (l’opera esposta nella Concattedrale San Nicola) e alla realizzazione della Casa Amica (di cui sopra), continuando così la tradizione di tutte le manifestazioni precedenti e risalenti nei tempi più antichi fino agli ultimi tempi.

Per questo sento , a nome del popolo di Dio, di dire grazie a tutti i Presidenti dei comitati delle edizioni precedenti della Varia, ancora presenti, ma anche di ricordarne la memoria per quelli che la festa della Madonna, quest’anno l’hanno celebrata dal Paradiso.

Grazie anche a loro, in ogni edizione è rimasta un’opera che ha contribuito a rinforzare la devozione alla Madonna e la dignità di questa festa religiosa che da sempre è celebrata con grande solennità, accompagnata dal popolo, dalle autorità cittadine, insieme a tutti i giovani mbuttaturi, riuniti in preghiera.

Don Silvio Mesiti

Palmi 23 Ottobre 2019

Invia un commento