Ancora nessun commento

EPIFANIA DEL SIGNORE

I magi giungono a Gerusalemme da oriente, ma non si fermano come Erode che vede nel Messia un avversario o come i sacerdoti che sanno dov’è nato il bambino e non si degnano di uscire dal tempio.
Essi continuarono a seguire la stella per cercare e trovare. Il loro viaggio è faticoso e mi piace pensarlo pieno di dubbi, stanchezze, delusioni come il cammino della nostra vita, eppure non si fermano perché hanno nel cuore il desiderio grande di incontrare il Signore. Desiderio che il Signore ha acceso anche nel nostro cuore, il solo capace di dare una risposta alla nostra inquietudine, alla nostra sete di felicità. E sta solo a noi scoprirlo, coltivarlo, imparando a leggere gli avvenimenti della nostra storia con gli occhi della fede per scorgere in essi la presenza di Dio.
Oggi è l’Epifania per ogni uomo, perché ad ogni uomo Dio vuole rivelare il suo volto e manifestare il suo amore. I magi giunsero a Betlemme, si prostrarono ad adorare il bambino offrendogli doni da re. Lì, nella casa di Giudea c’è la luce salvifica attesa dagli uomini, Dio si è pienamente manifestato nel Figlio dell’uomo. Il Signore doni anche a noi la gioia di incontrarlo, di essere catturati dal suo amore così da diventare testimoni felici di un incontro che ci cambierà la vita.
BUONA DOMENICA, BUONA EPIFANIA

Invia un commento